Bookmark and Share

Il tema scelto da una comunità svizzera di monache

La Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani di quest’anno ( 18-25 gennaio ) ha per tema una frase tratta dal Vangelo di Giovanni: “Rimanete nel mio amore: produrrete molto frutto” ( Gv 15, 5-9). Il materiale per la suddetta settimana è stato preparato, su invito del Consiglio ecumenico delle chiese, dalla comunità monastica femminile di Grandchamp, Areuse, nel Cantone di Neuchatel in Svizzera. Una comunità che conta donne diverse per età, per tradizione ecclesiale, Paese e Continente di origine. Il tema che hanno scelto esprime bene la vocazione alla preghiera, alla riconciliazione e all’unità della Chiesa che qualifica da sempre la comunità di Grandchamp. È, questa, una tematica che ha permesso alle monache di condividere l’esperienza e la sapienza della loro vita contemplativa, e di parlare dei frutti della loro preghiera, in comunione con tutti i fratelli e le sorelle in Cristo. L’intera comunità ha lavorato diversi mesi alla stesura di questo materiale, che ha costituito la base su cui si è poi inserita, lavorandoci ulteriormente, la Commissione internazionale del Pontificio consiglio per l’unità. Il testo - edito dalle Paoline e dal Centro pro unione - offre veglie e preghiere da adattare ai vari contesti; le si potrà utilizzare durante tutto quest’anno. In particolare, presenta una celebrazione ecumenica della Parola di Dio che riflette la modalità di preghiera di Grandchamp.

Questa celebrazione ecumenica, infatti, consta di tre schemi per “veglie” o “notturni” come è proprio della tradizione benedettina.

Poi ci sono letture bibliche con relativi commenti per ogni giorno della Settimana per l’unità dei cristiani, e inoltre otto schemi di celebrazione eucaristica da utilizzare secondo le opportunità.

Nella presentazione ufficiale del testo si afferma tra l’altro: “Oggi l’umanità sta attraversando una stagione di grande sofferenza, colpita dall’epidemia di Covid-19 e dalle sue devastanti conseguenze sociali, economiche e morali… Come reagire davanti a tutto questo? C’è ancora un futuro insieme? Potremo portare frutto?”. Sono domande ineludibili, specie in questa stagione che stiamo vivendo.

Crediamo, però, che appunto il tema della Settimana possa aiutare a capire come portare ancora frutto: solo rimanendo nell’amore di Gesù. Crediamo anche che solo delle “esperte” di vita spirituale come queste monache potessero realmente prenderci per mano e insegnarci a “stare” con Gesù. Stare di più con Gesù, e meno con il nostro ego : questa è la forza dell’ecumenismo spirituale.

Stefano Bocciolesi

Bookmark and Share